Foreste in vacanza: la Foresta dei Bagni di Masino in Lombardia

Nel nostro viaggio tra le varie regioni d’Italia, ecco spuntare una delle più belle foreste lombarde. Vi portiamo in provincia di Sondrio a scoprire la Foresta dei Bagni di Masino. Spettacolare non solo per le sue faggete, è conosciuta a livello mondiale per l’attività di arrampicata su massi,”sassismo” per i locali, o “bouldering”. Proprio qui grazie alla collaborazione dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, potete percorrere uno dei primi sentieri sensoriali progettati in Italia.

Foreste in vacanza: la Foresta Umbra in Puglia

In Puglia…. non solo mare! In provincia di Foggia il Gargano, in pratica lo sperone d’Italia, è pieno di trekking e soprattutto pieno di magnifiche foreste da visitare!
Troverete la Foresta Umbra, scrigno di biodiversità, che tutela un’eccezionale concentrazione di habitat diversi tra cui meravigliose faggete vetuste (molto vecchie e preziose) sito UNESCO.
Per scoprire al meglio la Foresta Umbra vi consigliamo un tranquillo trekking! Il percorso Sfilzi – Caritate: lungo circa 25 km ad anello, con un dislivello di circa 500 metri e di durata di 5 ore.

Le regole dei boschi

Con l’allentamento delle misure legate alla pandemia da Covid-19 e l’arrivo dell’estate, potremo ritornare a viaggiare e a visitare le nostre amate foreste. L’esperienza ci insegna però che il turismo di massa, specialmente nelle aree naturali, ha portato a dei danni all’ambiente, talvolta molto gravi. L’abbandono di rifiuti, il danneggiamento degli ecosistemi a causa del prelievo di specie (piante, insetti, minerali, ecc.), l’interferenza con la salute degli animali selvatici, sono solo alcuni esempi. La soluzione a queste problematiche è spesso legata al solo buon senso dei turisti, tuttavia abbiamo ritenuto importante fornire cinque pratici consigli da seguire quando si organizza un’escursione in bosco, o anche un semplice picnic immersi nella natura.